Cortina si candida per i mondiali

Avanza la candidatura di Cortina per i mondiali di sci del 2019. Il dossier è stato presentato alla Federazione internazionale di sci (Fis).

«Ora bisogna solo andare avanti – dice il presidente del Comitato Cortina 2019 Enrico Valle – la candidatura entra nella sua fase più importante». A muovere i delegati in favore di Cortina d’Ampezzo sarà, infatti, aggiunge, «la nostra determinazione supportata da fatti incontrovertibili: il sostegno del paese e delle istituzioni, il coinvolgimento della comunità di Cortina e l’inizio dei lavori previsti nel documento finale».

Un punto sottolineato anche dal presidente del Coni Giovanni Malagò e da Luca Cordero di Montezemolo in qualità di presidente del Comitato d’onore e che il presidente della Fisi Flavio Roda declina in questi termini: «La presentazione del dossier è certamente un passaggio importante e la Federazione è impegnata nel fornire alla candidatura il massimo supporto. Ora bisogna dimostrare al mondo che si cominciano ad aprire i cantieri e che le opere previste nei dossier diventeranno presto realtà. Solo in questo modo daremo effettivamente dimostrazione di volerci aggiudicare il Mondiale».

Il prossimo appuntamento internazionale è fissato i primi di ottobre, quando le stesso Comitato si recherà a Zurigo, in Svizzera, per esporre i contenuti del dossier davanti ai delegati Fis.

A livello locale, invece, procede a ritmo serrato il coinvolgimento delle associazione e delle categorie economiche di Cortina d’Ampezzo, «realtà che – dice Valle – entreranno a far parte della a pieno titolo del Comitato esecutivo con la firma della convenzione con Cortina 2019».

«La candidatura di Cortina passa attraverso diversi piani – conclude il presidente di Cortina 2019 -. Locale, nazionale, internazionale. Su tutti ci stiamo muovendo con successo. Ora che abbiamo consegnato il Dossier, dobbiamo buttarci nella mischia per persuadere i delegati Fis che siamo la scelta migliore. Il sostegno del paese e l’inizio dei lavori saranno le nostre carte vincenti».